Aprire una filiale negli Stati Uniti d'America è una pessima idea sia dal punto di vista fiscale, sia del carico di lavoro amministrativo richiesto per la tenuta della contabilità


L'apertura in America della filiale di una società italiana comporta SOLO svantaggi. Da non sottovalutare che la responsabilità patrimoniale della filiale americana si ribalta in toto sulla casa madre italiana



Aprire una filiale in America, invece di optare per l'apertura di una società indipendente di diritto statunitense, come ad esempio una Corporation, è una scelta che comporta grossi svantaggi dal punto di vista fiscale ed operativo.

Alla luce del fatto che apertura e gestione di una società di capitali negli Stati Uniti d'America sono agevoli e prive di tutte le incombenze fiscali, burocratiche e amministrative nonchè dei limiti e oneri tipiche dell'Italia, non ci sono ragioni particolari che fanno preferire l'apertura di una filiale negli Stati Uniti rispetto ad una Corporation


La filiale di una società italiana negli Stati Uniti si configura, secondo le norme del fisco americano, come una "branch".

In quanto tale la filiale negli Stati Uniti non ha indipendenza giuridica nè patrimoniale dalla casa madre italiana.  La casa madre italiana resta quindi patrimonialmente responsabile per gli atti della filiale americana.  E questo, in un paese attento alla responsabilità civile e alla compensazione dei danni come gli Stati Uniti d'America, può diventare un problema.

Il secondo svantaggio è di natura fiscale, da un duplice punto di vista:

  • Complessità.  La tenuta della contabilità di una branch / filiale in America è estremamente complessa costringendo a registrazioni contabili a doppio binario che, per una società commerciale o per una società con un limitato giro di affari, non ha alcun senso porre in essere.

Carico Fiscale.  Senza stare ad addentrarci nei dettagli, la branch / filiale negli Stati Uniti di una società italiana paga tasse più alte rispetto, ad esempio, ad una Corporation di diritto statunitense. Ricordiamo che negli Stati Uniti la Corporation corrisponde alla società per azioni italiana.  
Il tutto è legato, in gran parte, al calcolo dei cosiddetti "dividend equivalent amount" che comporta all'imposizione di una imposta aggiuntiva del 30% sui profitti netti a fine anno, ridotta poi al 5% dal trattato bilaterale Italia / Stati Uniti controla doppia imposizione.

Il caso della LLC in America posseduta da una persona giuridica [società di capitali] non residente statunitense

Ci viene spesso chiesto di poter costituire un LLC negli Stati Uniti i cui soci sono società di capitali italiane. Il fisco americano considera le LLC di proprietà di persone giuridiche non residenti come, in gergo, "disregarded entities" e le accorpa alle filiali in America di una società italiana: di fatto le considera delle branch americane e le assoggetta alla cosiddetta "branch tax".

Differenza tra filiale in America e Corporation posseduta da società italiana

Esiste una sostanziale differenza tra aprire la filiale america una di una società italiana e l'apertura di una corporation negli Stati Uniti che sia posseduta al 100% da una società italiana.

Mentre la filiale americana si deve registrare come tale con il fisco americano ed è quindi sottoposta al regime giuridico penalizzante e complesso sottolineato prima, la costituzione di una corporation in America di fatto crea una società americana a pieno titolo; viene costituita quella che la legge americana definisce "domestic corporation": un soggetto giuridico americano indipendente, di diritto statunitense, con una propria autonomia patrimoniale.

Una societa' di questo tipo NON è soggetta alla branch tax, non è considerata una filiale, non paga la cosiddetta branch tax e non deve tenere la contabilità a doppio binario.

Infine, una società di questo tipo può essere di proprietà in tutto o in parte di una società italiana.  
Le azioni della corporation / società americana saranno intestate alla società italiana rappresentata in America dal legale rappresentante della società italiana o da altra persona da questi designata.

Il tutto trova riscontro sul Libro Soci della Corporation neo costituita e sulle corporate resolution che vengono preparate in sede di avvio delle attività della società / corporation in America.

Da ultimo, annotiamo il fatto che una branch / filiale in America è sottoposta alle ispezioni / accertamenti fiscali congiunti sia del fisco americano che di quello italiano.  Qui nessuno ha niente da nascondere, ma vogliamo solo richiamare l'attenzione sulla complessità operativa di dover produrre documenti e rispondere a richieste da parte del fisco americano, in inglese, producendo documenti che vanno riportati ai principi contabili americani GAAP.

Queste in breve sono le ragioni per le quali sconsigliamo di cuore di aprire una filiale negi Stati Uniti e di optare invece per l'apertura in America di una società Corporation indipendente a livello giuridico e patrimoniale: di aprire quindi una cosiddetta "Domestic Corporation" che potrà poi essere di proprietà, se così si desidera, di una società italiana.