L'esportazione di formaggio negli Stati Uniti è soggetta all'ottenimento di permessi di importazione


La vendita di formaggio in America è soggetta a regolamentazioni sia della FDA che della USDA [Dipartimento dell'agricoltura americano]



ExportUSA offre un servizio di consulenza sia per ottenere i necessari permessi per l'importazione di formaggio negli Stati Uniti, sia per la ricerca di distributori specializzati per vendere formaggio in America

Il dazio per importare formaggio negli Stati Uniti d'America è piuttosto complicato da calcolare perchè dipende da molti fattori specifici del formaggio e dalla disponibilità o meno delle quote import. ExportUSA  assiste i produttori italiani nel calcolo del dazio di importazione esatto per ogni specifico tipo di formaggio


esportare formaggio negli Stati Unidi d'AmericaLa vendita di formaggio in America è soggetta a regole un po' più complicate rispetto a quelle normalmente applicate ad altri prodotti alimentari.

In parte ciò è dovuto al fatto che l'importazione e la vendita di formaggio è regolata sia dalla FDA [Food and Drug Administration] che dalla USDA [Dipartimento dell'agricoltura americano].

A rendere le cose più complicate c'è anche il fatto che l'importazione di formaggio negli Stati Uniti è soggetta a quote di importazione. Le quote di importazione formaggio vanno chieste dagli importatori americani entro fine ottobre di ogni anno e poi rinnovate di anno in anno.

Come esportare e vendere formaggio negli Stati Uniti

Certificati Veterinari della ASL per Importare Prodotti Alimentari negli Stati Uniti d'America

Per tutti quei prodotti che contengono latte, latte in polvere, creme di latte, uova o uova in polvere e che vengono cotti prima dell'importazione negli stati Uniti, e' necessario allegare alla documentazione di dogana import Stati Uniti delle dichiarazioni di conformità rilasciate dal veterinario della ASL del paese da cui proviene l'ingrediente in questione.

Per gli ingredienti prodotti in Italia quindi, si tratta della ASL. Se l'ingrediente, ad esempio il latte, proviene da altro paese [qualsiasi esso sia] è necessaria la dichiarazione / certificato del veterinario della autorità competente di quel paese.

Il rilascio del certificato in parola può diventare problematico nel caso in cui il fornitore mischia latti di varie provenienze oppure si approvvigiona da fornitori di paesi "lontani" [diciamo così] con tutte le difficoltà del caso.

A ExportUSA abbiamo l'esperienza per aiutare i produttori a esportare e vendere il loro formaggio negli Stati Uniti.

Sicuramente la normativa per esportare formaggio in America è complicata. Ma, a differenza di altri paesi le norme sono chiare e di interpretazione oggettiva. In altre parole chi osserva alla lettera le regole, il proprio formaggio in America lo riesce a esportare.


ExportUSA può aiutare nell'esportazione di formaggio in molti modi:

  • Creazione delle etichette secondo le normative FDA
  • Individuazione del dazio doganale applicabile per l'importazione del formaggio che specificatamente si deve venedere negli Stati Uniti.
  • Individuazione della documentazione richiesta dall'USDA [Dipartimento dell'Agricoltura Americano] per il formaggio di cui si chiede l'importazione.
  • Ricerca dei distributori e importatori per la vendita del formaggio neggli Stati Uniti.

In altre parole ExportUSA fornisce una consulenza sia di tipo normativo per l'importazione del formaggio: norme FDA, USDA, permessi di importazione formaggio e dazi doganali; sia di tipo commerciale per vendere il formaggio in America tramite distributori specializzati.

Di seguito un riassunto delle norme FDA, USDA e doganali che regolano l'ingresso e la vendita di formaggio negli Stati Uniti:


Autorizzazioni FDA per esportare e vendere formaggio in America

Come per altri prodotti alimentari, anche per il formaggio serve l'etichetta conforme alle normative FDA. Oltre ai valori nutrizionali, la FDA richiede alcune diciture in etichetta che variano a secondo del tipo di formaggio [formaggio molle, formaggio stagionato etc.]


Regole USDA per vendere formaggio negli Stati Uniti

Nel caso della vendita di formaggio anche la USDA applica ai formaggi una serie di normative che ne regolano l'importazione in America. Elementi quali la percentuale di grassi del formaggio, la percentuale di grassi da burro, il processo di lavorazione dei formaggi etc. incidono sulla documentazione necessaria per la vendita di formaggio negli Stati Uniti.


Quote di importazione formaggio negli Stati Uniti

Le quote di importazione di formaggio le possono chiedere solo società con sede negli Stati Uniti. Inoltre le quote import per il formaggio vengono assegate solo a società che hanno importato e venduto quantitativi di formaggio significativi durante l'anno precedente.

A parte questo, anche senza quota si può comunque esportare formaggio negli Stati Uniti: solo si pagherà un dazio doganale più alto.


Dazi doganali per la vendita di formaggio in America

A seguito delle complesse normative che regolano l'ingresso del formaggio negli USA, il calcolo del dazio non è dei più semplici, soprattutto se non si è in possesso delle quote di importazione formaggio.