Un progetto di ExportUSA New York, Corp. per finanziare le giovani startup italiane - tecnologiche e non - ed entrare negli Stati Uniti d’America attraverso finanziamenti con Kickstarter


Un supporto concreto all’imprenditoria giovanile italiana attraverso il finanziamento di una startup in crowdfunding su Kickstarter



Progetto Startup America - L’esperienza di ExportUSA per lanciare le start up italiane negli Stati Uniti tramite finanziamenti con Kickstarter e con un gruppo di angel investor

ExportUSA aiuta le start up italiane ad ottenere finanziamenti con Kickstarter creando tutta la struttura necessaria per poter accedere presentare un progetto su Kickstarter.  

Per tutte le start up, le fasi del progetto comprendono:

  • Revisione dei business plan presentati dalle startup italiana che intendono presentare un progetto su Kickstarter per la ricerca di finanziamenti negli Stati Uniti.
  • Costituzione di una corporation, società’ di diritto statunitense che corrisponde alla società’ per azioni italiana. E’ il veicolo attraverso cui viene finanziata l’idea della startup italiana.
  • Richiesta del numero fiscale per la neo costituita società’ americana.
  • Apertura del conto corrente della società’ con Bank of America Espletamento di tutti gli atti societari necessari per l’avvio delle operazioni negli Stati Uniti della corporation.
  • Costituzione delle posizioni con il fisco federale americano [IRS] e con le altre agenzie fiscali se necessario.
  • Domiciliazione della società’ americana presso gli uffici di ExportUSA di New York. In questo modo la corporation avra’ un indirizzo ed un numero di telefono americano.
  • Apertura del merchant account necessario per poter ricevere pagamenti con carta di credito. L’apertura del merchant account e’ possibile grazie agli accordi stipulati da ExportUSA con Bank of America per supportare l’ingresso delle startup italiane negli Stati Uniti.
  • Spazio negli uffici di ExportUSA di New York a favore delle startup che ottengono un finanziameto con Kickstarter oppure attraverso uno o piu' finanziatori americani a cui ExportUSA le presentera'.
  • In questo modo la startup avra’ tutti i requisiti per poter lanciare un progetto di crowdfunding su Kickstarter o su altre piattaforme di crowdfunding negli Stati Uniti d’America.
  • Parallelamente, presentazione della startup italiana ad un incubatore di New York. Attraverso l’incubatore, l’idea e il progetto della startup verranno presentati a finanziatori specializzati [angel investor] con l’obiettivo di raccogliere finanziamenti a favore della startup


Se siete una startup italiana e volete sottoporre la vostra idea a ExportUSA, inviate una mail a info@exportusa con un link al vostro sito o con una presentazione del vostro progetto.

Assieme alla presentazione agli angel investor, il crowdfunding attraverso Kickstarter, la più’ famosa piattaforma di crowdfunding per startup degli Stati Uniti, e’ il perno centrale del Progetto Startup America tramite il quale ExportUSA aiuta le startup italiane a trovare finanziamenti negli Stati Uniti.

Le Statistiche di Kickstarter per il Crowdfunding delle Startup negli Stati Uniti

In generale:

  • Dollari totali raccolti per tutti i progetti: $1,104,532,363
  • Progetti lanciati: 145,641
  • Progetti che hanno completato la raccolta fondi con successo: 61,346
  • Tasso di successo: 43.52%
  • Sostenitori totali attivi sul sito: 6,130,571
  • Sostenitori che hanno sottoscritto piu’ di un progetto: 1,824,417

Progetti di successo:

  • Con finanziamenti minori di 1000$: 6,630
  • Con finanziamenti tra 1000$ e 9,999$: 38,599
  • Con finanziamenti tra 10,000$ e 19,999$: 8,270
  • Con finanziamenti tra 20,000$ e 99,999$: 6,567
  • Con finanziamenti tra $100k e 999,999$: 1,216 Sopra a 1$ M: 64

Come avviare un progetto su Kickstarter per finanziare la propria startup

La startup che ha un'idea o un progetto da realizzare ma non ha le risorse finanziarie per farlo può seguire due strade. Poniamo il caso che i fondi necessari siano pari ad un milione di euro: si può cercare un unico finanziatore che fornisca tutta la cifra, o due che diano il 50% l'uno e così via.

In alternativa, si può invece provare a trovare un milione di persone che ci finanzino con un euro a testa. Quest'ultimo è il principio alla base del crowdfunding. Sono molte le piattaforme nate su internet negli anni nell'ambito del crowdfunding negli Stati Uniti, ma la più importante è senza ombra di dubbio Kickstarter.

Sono ormai moltissimi i progetti di startup di successo che hanno avuto la spinta iniziale dai contributi forniti dagli utenti del sito di Kickatsrter: un'autentica vetrina per le startup che hanno un'idea potenzialmente vincente ma che devono superare lo scoglio dell'ottenere i finanziamenti necessari.

La chiave del successo di Kickstarter sta nell'estrema facilita' d'uso, nella trasparenza dei meccanismi di finanziamento dei progetti nonche' nella qualita' e varieta' di progetti presentati.

Come funziona? Semplicissimo. I promotori di un’idea/progetto, tipicamente una startup, definiscono una data di scadenza e un target minimo di fondi da raccogliere, illustrando il progetto in dettaglio sul sito di Kickstarter.

Se allo scadere della deadline la cifra indicata non viene raccolta, i fondi non vengono erogati. Il capitale viene raccolto in modo semplice e intuitivo, attraverso Amazon Payments. Se la raccolta dei fondi ha successo, Amazon trattiene una percentuale compresa tra il 3-5%.

Presupposti essenziali per poter lanciare un progetto su Kickstarter , sono:’

  • L'apertura di una società’ negli Stati Uniti.
  • Avere un conto corrente bancario negli Stati Uniti.
  • Avere un indirizzo fisico negli Stati Uniti.
  • Avere un numero fiscale [EIN] con il fisco americano.

Di fatto sono poi gli stessi requisiti di base che richiede qualsiasi finanziatore americano di startup.

Da notare che Kickstarter non puo' avanzare alcun diritto di possesso sui progetti effettivamente finanziati - detto altrimenti, i promotori delle singole iniziative mantengono il pieno controllo del progetto. Da parte sua, Kickstarter mantiene un archivio sempre accessibile che contiene ogni progetto lanciato sul sito, in modo da garantire la massima trasparenza. I progetti effettivamente finanziati, il materiale informativo (testi, immagini e video) caricati sul sito dai rispettivi promotori non possono essere ne' rimossi ne' modificati dagli utenti o dagli amministratori.

Ad oggi il 44% dei progetti lanciati su Kickstarter ha raggiunto il suo obiettivo di finanziamento.

I creatori del progetto mantengono il 100% della proprieta’ del loro progetto. I sostenitori (microfinanziatori) (backers) offrono il loro supporto per aiutare a fare prendere vita al progetto non per ottenere profitti ma perche’ credono nel progetto.

I creatori del progetto offrono ai loro sostenitori una ricompensa a lavoro finito. Ad esempio se state scrivendo un libro potete offrire una copia del lavoro finito o se state facendo un film una visone privata dello stesso.

Come illustrato nella guida sul sito ecco una piccola lista di cose da fare per fare partire in modo efficace la propria raccolta fondi su Kickstarter. I passi da seguire sono:

  1. Definisci il tuo progetto
    Definire concretamente di cosa si parla e’ il primo step di qualunque progetto di Kickstarter. Per cosa raccogli fondi? Aver ben chiaro qual’e’ il nostro focus e’ di vitale importanza per definire correttamente un progetto e avere la possibilita’ di interessare sostenitori. Definendo chiaramente gli obiettivi si rendono chiare le aspettative sia per i creatori che per i sostenitori. Questo permette da un lato ai sostenitori di giudicare quanto siano realistici gli obiettivi del progetto ed e’ dall’altro un’utile esercizio per i creatori che si scontrano con la definizione puntuale di cio’ che vogliono fare, cosa che al pari del business plan spesso e’ un passo importante a volte anche nel processo creativo.
  2. Crea una ricompensa
    Le ricompense da dare ai sostenitori del progetto sono di fondamentale importanza. L’importanza di premi creativi e tangibili si nota anche dalle statistiche che evidenziano come progetti con rewards banali fatichino a trovare supporto.
  3. Decidere cosa offrire
    Le principali ricompense di ogni progetto devono essere cose fatte dal progetto stesso. Se il progetto e’ quello di registrare per esempio un nuovo album i premi potrebbero quindi essere una copia del cd finito per garantire che i sostenitori possano beneficiare del progetto (cioe’ ottengono cose a cui sono interessati e che hanno contribuito a rendere possibile). Ci sono quattro tipi di ricompense comuni su Kickstarter:
    • Copie della cosa prodotta.
    • Collaborazioni creative
    • Esperienze creative
    • Ricordi creativi
  4. Decidere il prezzo
    Kickstarter non e’ ente di beneficenza. Perche’ funzioni bisogna offrire qualcosa di valore considerando non solo il valore reale del bene ma anche quello emozionale legato alla storia del progetto. Per decidere mettetevi nei panni dei vostri sostenitori. Finanziereste il progetto in cambio della ricompensa proposta? La risposta a questa domanda vi dira’ molto sulle potenzialita’ del vostro progetto.
  5. Definire l’obiettivo
    Kickstarter opera con un modello di “tutto o niente” dove i prodotti o sono completamente finanziati o non viene dato l’ammontare. I progetti devono percio’ fornire un totale da raggiungere e un tempo massimo (scadenza) per raggiungerlo. Non c’e’ una formula magica per definire il giusto ammonatare o il giusto tempo. Ogni progetto e’ differente ma ci sono alcune cose da tenere a mente
  6. Valuta attentamente di quanti soldi hai bisogno, e prendi in considerazione tutti i costi (esempio quelli per le ricompense dei sostenitori). Cerca di essere il piu’ trasparente possibile ad esempio dichiarando se stai cercando di coprire l’intero budget del tuo progetto o una parte di esso, i sostenitori lo apprezzeranno.
  7. Ricordati che Kickstarter non e’ una fonte magica di soldi. I fondi arrivano da una molteplicita’ di fonti: la tua famiglia, i tuoi amici, la tua audience, il tuo utilizzo dei social e se il tuo progetto e’ interessante anche stranieri dal web. Sviluppa il tuo network!
  8. Una volta definito il tuo budget e averlo stimato raggiungibile sei pronto a definire il tuo obiettivo di raccolta fondi. Dato che la raccolta funziona con la logica del tutto o nulla tu puoi sempre raccogliere piu’ fondi di quelli richiesti ma mai meno.
    La raccolta puo’ durare da 1 a 60 giorni. Statisticamente i progetti con una scadenza minore di 30 giorni hanno un piu’ alto tasso di successo.
  9. Fai un tuo video di presentazione
    I progetti che hanno un video introduttivo che presenta il progetto hanno un tasso di successo piu’ alto del 50% rispetto a quelli che non ce l’hanno.
    Non e’ importante che il video sia perfetto l’importante e’ che tu sia te stesso e che il video trasmetta cio’ che vuoi comunicare agli utenti. Non importa quanto creativo sia il tuo video. I consigli sono di: 1) dire chi sei 2) raccontare la storia del tuo progetto 3) a che punto sei ora? 4) quali sono le tue sensazioni a riguardo? Devi uscire e chiedere il sostegno della gente spiegando il perche’ ne hai bisogno e cosa vuoi fare coi loro soldi. Le persone apprezzano vedere la faccia della persona a cui danno i soldi. Ricordati di non mettere musiche con copyright nel video se non ne hai il permesso. Il video deve avere una dimensione minore di 5 GB.
  10. Costruisci il tuo progetto
    Prenditi tutto il tuo tempo che serve per aprire materialmente il progetto sul sito. La media dei progetti che hanno avuto successo ha impiegato circa due settimane prima di essere lanciato.
  11. . Dai un nome/titolo al tuo progetto, questo deve essere: semplice, specifico e memorabile. Immagina il tuo titolo come un identita’ distintiva. Evita parole come “help”, “support” che implicano che tu chieda qualcosa a qualcuno come un favore, devi cercare invece di offrire un’esperienza a cui le persone si appassionino.
  12. Metti qualche immagine del tuo progetto con una descrizone.
  13. Scrivi la tua biografia per cercare di presentarti e infondere fiducia nei supporter.
  14. Condividi il tuo progetto e ricevi feedback.
  15. Promuovi il tuo progetto
    Un progetto eccezionale puo’ raggiungere un supporto da ogni angolo del web, ma per molti progetti il supporto arriva dal network dei creatori e dal network del network dei creatori. Se vuoi che le persone seguano il tuo progetto devi farglielo conoscere e parlarne.
    • Manda email, usa il tuo blog personale, facebook, twitter e qualunque altro mezzo per attirare attenzione sul tuo progetto. Non utilizzare un approccio standardizzato per tutti ma cerca di contattare tutti in maniera personalizzata per farli sentire importanti, parti di qualcosa.
    • Organizza meeting e incontri. Non avere paura di portare il tuo progetto nel mondo reale.
    • Non utilizzare mail mail spam!
  16. Condividi gli aggiornamenti sul progetto
    Gli aggiornamenti servono per tenere il blog del tuo progetto vivo. Sono ottimi per condividere i progressi fatti e per ringraziare i tuoi sostenitori. Quando posti un aggiornamento automaticamente viene inviata un email ai tuoi sostenitori. Puoi anche decidere se tenere gli aggiornamenti privati o renderli pubblici per tutto il web.
    Condividi gli aggiornamenti e celebra i successi per rendere i tuoi sostenitori parte della storia del tuo progetto e magari indurli a sostenerti con ancora maggiore convinzione.
  17. Mantieni le promesse
    Una volta che il progetto e’ completato lo step cruciale e’ soddisfare le promesse fatte ai sostenitori. Pianifica le spedizioni delle ricompense e tieni i tuoi sostenitori informati sulle evoluzioni del progetto.
  18. Comunica Comunica Comunica!