ExportUSA fornisce i servizi di messa a norma con la regolamentazione FSMA in partnership con una società di certificazione alimentare italiana abilitata dalla FDA


La società di tecnologi alimentari e di certificazione partner di ExportUSA ha seguito i corsi patrocinati dalla FDA. La società è ora abilitata ad assistere le aziende che devono mettersi a norma con quanto previsto dalla normativa FSMA in vigore dal 26 Settembre 2016 per esportare alimentari negli Stati Uniti d'America



Con una società in America ed un ufficio a New York, ExportUSA è in una posizione unica per fornire agli importatori americani la garanzia, ora obbligatoria, che i prodotti da importare provengono da aziende produttrici a norma con il regolamento FDA per l'importazione di alimentari negli Stati Uniti

servizi messa a norma produzioni alimentari FSMA FDA

I servizi di messa a norma con le nuove regole di importazione emanate dalla FDA sono stati studiati da ExportUSA tenendo conto di quello che serve a livello pratico per risolvere tutti i possibili ostacoli alla importazione di prodotti alimentari negli Stati Uniti:

  • Abbiamo formato una partnership in Italia con una società specializzata in certificazioni alimentari e tecniche di produzione alimentare. Si tratta di una società che ha seguito in America i corsi riconosciuti dalla FDA per poter certificare la messa a norma delle aziende esportatrici con le regole FSMA;
  • Negli Stati Uniti, la nostra società di diritto statunitense offre agli importatori americani la garanzia della messa a norma dei prodotti da importare in America e dialoga direttamente con FDA in caso serva;
  • Attorno a questa struttura abbiamo creato tutti i servizi che servono per essere a norma con FSMA per esportare alimentari negli Stati Uniti.


§ § §

FDA estende i termini per la messa a norma delle aziende produttrici di alimentari da esportare negli Stati Uniti:



Le nuove date ultime per mettersi a norma sono:

  • 18 Settembre 2018 e
  • 19 Settembre 2019 per le piccole imprese



Tutti i servizi di ExportUSA per la messa a norma con le nuove regole FSMA emanate dalla FDA per importare prodotti alimentari negli Stati Uniti d'America in vigore dal 26 Settembre 2016

ANALISI PRELIMINARE e GAP ANALYSIS
Il primo passo che facciamo per mettere a norma con la normativa FSMA le aziende alimentari nostre clienti è di analizzare la situazione della singola azienda prendendo le mosse da tre elementi:

  • Revisione e analisi piano HACCP adottato;
  • Ispezione impianti produttivi, ricezione stoccaggio materie prime e prodotti finiti;
  • Revisione e analisi processi produttivi.

Il risultato della Fase Uno sarà un rapporto scritto cosiddetto di "Gap Analysis" che conterrà l'indicazione dettagliata di cosa occorre fare per mettersi a norma con la normativa FSMA. L'azienda cliente, valutato il rapporto, potrà decidere di eseguire in proprio le attività necessarie per mettersi a norma oppure di demandarle a terzi o anche a ExportUSA stessa, in massima libertà e senza vincoli contrattuali.

Questo è il dettaglio delle attività che vengono svolte durante la Gap Analysis


Attività da svolgersi in azienda

  • Verifica del sistema di igiene e HACCP dell'azienda;
  • Analisi documentale di processi e procedure;
  • Verifica del sito produttivo;
  • Verifica delle attività produttive;
  • Individuazione delle interfacce aziendali per lo sviluppo del piano HARPC.


Lavoro di backoffice a seguito della visita in azienda


Sulla base di questa verifica verranno stabiliti i successivi step in termini di lavoro e giornate per lo svolgimento delle attività di messa in regola con quanto previsto da FSMA [le nuove normative di sicurezza alimentare per gli Stati Uniti]:

  • Analisi approfondita della documentazione in confronto da quanto emerso dall’ispezione in azienda;
  • Elaborazione delle proposte di modifica


Filosofia del lavoro di messa a norma 

  • Riesame ed eventuali revisioni delle procedure aziendali in accordo con quanto richiesto dalla legislazione degli Stati Uniti e da quanto emerso dagli step precedenti;
  • Test tracciabilità con coinvolgimento di fornitori ed eventuale audit di parte seconda presso fornitore critico;
  • Test ritiro e richiamo del prodotto


ATTIVITÀ DI MESSA A NORMA FSMA / FDA
In questa seconda fase, ExportUSA esegue tutte le attività, individuate nella Fase Uno di analisi, che è necessario compierre per essere a norma con quanto previsto dalla normativa FSMA / FDA per importare specialità alimentari negli Stati Uniti d'America.


SERVIZIO VERIFICA DELLE AZIENDE PRODUTTRICI A FAVORE DEGLI IMPORTATORI AMERICANI
Adesso e per la prima volta, FSMA impone agli importatori americani di verificare che i prodotti da importare siano a norma con quanto previsto da FSMA. ExportUSA esplica questa verifica per conto degli importatori americani di prodotti alimentari, permettendo quindi ai produttori italiani di continuare nella relazione per vendere e lavorare con gli importatori americani loro clienti [sia abituali che nuovi]. 

Con un ufficio a New York e in qualità di società americana, ExportUSA è in una posizione unica per dare fiducia agli importatori americani circa la rispondenza di un produttore italiano alle nuove regole imposte da FSMA. A seguito delle verifiche eseguite in Italia dalla società partner di tecnologi alimentari, ExportUSA emette una certificazione di conformità nei confronti degli importatori americani per assicurare, come previsto da FSMA, che l'azienda italiana produttrice è a norma.
Una forma di garanzia, anche dal punto di vista legale, che nessun altra società di consulenza export è in grado di offrire e che fornisce all'importatore americano la sicurezza necessaria per continuare nel rapporto di lavoro con le aziende fornitrici italiane.


REVISIONE TRIENNALE DEL PIANO HARPC E DEL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI FSMA / FDA
Le norme FSMA prevedono che ogni tre anni il piano HARPC venga validato e, più in generale, che tutti i processi e le procedure previste dalla normativa FSMA siano rispettati. Insieme alla nostra società di tecnologi e certificazione alimentare partner, ExportUSA offre anche questo servizio di verifica e mantenimento della messa a norma delle aziende italiane che devono esportare prodotti alimentari negli Stati Uniti.


SERVIZIO DI PERSONA ESPERTA NELLA NORMATIVA FSMA
La regole FSMA emanate dalla FDA prevedono che in azienda ci sia una persona esperta nell'interpretazione, applicazione e controllo di tutta le norma FSMA per la preparazione e conservazione dei prodotti alimentari destinati alla importazione e vendita negli Stati Uniti d'America. Lo scopo della norma è quello di essere sicuri che l'azienda abbia modo di tenere sempre monitorate le procedure e di rimanere quindi sempre in conformità con quanto stabilito da FSMA.

Non è obbligatorio che la persona sia un dipendente dell'azienda e può essere anche un esterno, ad esempio un consulente aziendale. La nuova regolamentazione chiama questa persona esperta delle procedure FSMA "PCQI" ovvero "Preventive Control Qualified Individual" [persona esperta dei controlli preventivi, dove il "Preventive Control" è appunto il principio informatore del sistema e del piano HARPC]. La legge dice che la persona PCQI può considerarsi un esperto, e quindi si qualifica per il ruolo di PCQI agli occhi della FDA, se ha effettuato studi adeguati oppure se ha una esperienza di lavoro atta a qualificarlo come tale, oppure anche se assomma in sé un misto di studi ed esperienza lavorativa.

ExportUSA fornisce all'azienda il servizio di PCQI per il tramite dei tecnologi alimentari suoi partner. Si tratta di specialisti nelle tecnologie alimentari e nelle attività di certificazione con anni di esperienza professionale e con studi specifici nel settore delle preparazioni alimentari.


Una nota finale: L'offerta di corsi di formazione sulle normative FSMA

Da quando si è "sparsa la voce" che stava per andare in vigore la nuova normativa della FDA per importare alimentari negli Stati Uniti, più o meno nella scorsa primavera, si sono moltiplicate le offerte di corsi "approvati dalla FDA". È vero, i corsi offerti sono approvati dalla FDA nel senso che sono condotti da istruttori certificati FDA che a loro volta hanno partecipato a corsi appositi promossi dalla FDA.

In questi corsi si spiega in cosa consiste FSMA, quali siano le implicazioni per le aziende produttrici di prodotti alimentari e come mettersi a norma soprattutto con riguardo alla filosofia di fondo [i "preventive control"] e alla preparazione del piano HARPC.

Ribadiamo qui che il corso NON è obbligatorio. È utile? Sicuramente. È sufficiente? Assolutamente no e ci spieghiamo con un esempio forse un po' banale ma che spiega bene la situazione.

Le legge italiana dice che ogni tot anni le autovetture devo subire una revisione abbastanza completa di motore ed apparati. Fare un corso su quello che serve fare per passare la revisione di una autovettura è un conto. Eseguire materialmente la revisione dell'autovettura è tutt'altra cosa.
Se uno studia e si impegna il corso sulla revisione lo passa anche. Ma poi per eseguire materialmente la revisione serve un bagaglio di anni di esperienza e di manualità che di certo non si acquisisce in un corso di due giornate. Stessa cosa per i corsi FSMA che vengono offerti da diverse società di formazione.

Queste società offrono i corsi che spiegano cosa sia FSMA ma nessuna di loro offre i servizi necessari per mettersi a norma con quanto previsto da FSMA ed è estremamente improbabile che con due giornate di aula una persona possa acquisire le conoscenze per eseguire in proprio la Gap Analysis prima, e le attività di vera e propria messa norma poi.

Ecco quindi il senso del servizio offerto da ExporUSA per fornire la PCQI, la persona esperta nei controlli preventivi, richiesta da FSMA.

Tutto ciò premesso, il corso è utile e, come società di consulenza, noi diamo sempre molto peso al sapere...