Progetto Specialty Food USA: un programma di vendita dedicato ai prodotti Made in Italy per entrare SUBITO nella distribuzione americana e posizionare e vendere DA SUBITO i prodotti alimentari della vostra azienda direttamente nei supermercati e nei negozi di specialità alimentari di New York


Il primo programma di penetrazione commerciale CONCRETO per entrare nella distribuzione negli Stati Uniti e mettere i vostri prodotti di fronte ai consumatori americani. Un programma studiato per le piccole medie imprese che permette di inserire velocemente le vostre specialità alimentari italiane direttamente sugli scaffali dei migliori supermercati e negozi di specialità alimentari di New York iniziando così a vendere in modo strutturato e continuativo negli Stati Uniti d'America



Un programma di vendita in tre fasi per l'introduzione dei prodotti alimentari italiani sul mercato americano sfruttando tutta l’esperienza e i rapporti privilegiati di ExportUSA con la distribuzione alimentare di New York per posizionare il vostro brand nel segmento di clientela che riconosce, apprezza e premia la qualità delle specialità alimentari italiane

I gusti e le tendenze alimentari dei consumatori americani stanno cambiando e favoriscono la vendita di specialità alimentari italiane

  • Vendite specialità alimentari di qualità: 120 $ miliardi nel 2015 [+21,2% dal 2013];
  • Il mercato delle specialità alimentari “Specialty Food” è cresciuto quasi 10 volte più velocemente di tutti i prodotti alimentari e bevande negli ultimi 4 anni;
  • Sempre più specialità gastronomiche di qualità nella borsa della spesa degli americani: 14,1% del totale nel 2015;
  • Negozi specializzati e catene di supermercati Bio (Whole Foods, Fairway ecc.) in continua crescita: rispettivamente +18.5% e +27.7% dal 2013;
  • E-commerce strumento fondamentale per lanciare brand e vendere: 85% dei produttori vende anche tramite sito aziendale 49% dei produttori usa anche una piattaforme di vendita online indipendente (es. Amazon)
  • Cucina mediterranea e cucina italiana ai primi due posti tra le cucine preferite;
  • Il 44% degli americani mangia italiano almeno 1 volta a settimana.

ExportUSA collabora da anni con una rete di distributori di specialità alimentari a New York. Assieme a loro abbiamo strutturato il Progetto Specialty Food USA dove i loro contatti diretti con la distribuzione si saldano ai nostri contatti diretti con i produttori italiani di alimentari per arrivare subito ed in modo diretto sul punto vendita a New York


Entrare nella distribuzione degli Stati Uniti d'America è senza dubbio il problema più grande per i produttori italiani di specialità alimentari. Quante volte vi sarà capitato di partecipare a fiere e parlare con buyer americani... il prodotto piace, vi chiedono i cataloghi ed i prezzi e poi tutto si ferma.

Il Progetto Specialty Food USA risolve questo problema grazie alla rete di distributori partner di ExportUSA. Un progetto in tre fasi: analisi preventiva del prodotto, test di vendita di tre mesi nei negozi a New York e, nella Fase tre, ampliamento della distribuzione verso le catene di distribuzione regionali o anche nazionali.

Ecco nel dettaglio le attività che vengono svolte nelle varie fasi del programma di vendita:



Fase 1: Valutazione e Presentazione del Prodotto [3 settimane]


Un modo efficace e immediato per capire se il prodotto ha le caratteristiche per vendere in America. L’obbiettivo in Fase 1 è di valutare il potenziale di successo del prodotto e identificare i canali migliori in cui posizionarlo negli Stati Uniti. Grazie ai nostri rapporti di fiducia coi negozi alimentari specializzati e supermercati di New York saltate la coda e arrivate direttamente sul tavolo dei buyer.

Attività che vengono svolte nella Fase 1 per testare il prodotto:

  • Analizziamo l'intero catalogo prodotti e selezioniamo le referenze più attraenti per la clientela americana;
  • Scegliamo da 1 a 5 referenze da presentare agli esperti di settore tra cui ristoratori, distributori, manager e buyer di supermercati e Specialty Stores;
  • Riceviamo i campioni richiesti per una valutazione preliminare qualitativa;
  • Definiamo insieme i prezzi export DDP (Duty Delivery Paid) e verifichiamo che siano in linea col mercato;
  • Organizziamo gli assaggi con i buyer e raccogliamo i feedback su:
        - Qualità, prezzo, packaging e comunicazione,
        - Capacità produttiva e obbiettivi di vendita,
        - Riportiamo i feedback, le richieste d’ordine e pianifichiamo la Fase 2.



Progetto Specialty Food USAFase 2: Posizionamento e vendita nei supermercati e negozi di specialità alimentari di New York [3 mesi]

Se si passa alla Fase 2 significa che il lavoro di valutazione e presentazione della Fase 1 ha avuto successo. Il prodotto piace, è prezzato bene e i buyer vogliono ordinarlo.

In Fase 2 l’obiettivo è di posizionare concretamente il prodotto sugli scaffali dei supermercati, mettere a norma il prodotto con la FDA, pianificare la catena logistica, monitorare le vendite e incassare i ricavi. A tutti gli effetti entrare nella distribuzione americana per verificare l’apprezzamento del grande pubblico.

Attività che vengono svolte nella Fase 2 per vendere il prodotto:

  • Messa a norma con FDA dei prodotti ordinati dai buyer;
  • Definiamo la quantità di merce da inviare negli Stati Uniti per supportare le vendite dei 3 mesi successivi nei supermercati interessati, incluso 1 cartone promozionale per referenza per ciascun supermercato;
  • Organizziamo la spedizione dei prodotti in conto vendita verso il nostro magazzino a New York. Riceviamo, stocchiamo e consegniamo gli ordini;
  • Monitoriamo le vendite con report mensili, visitiamo i supermercati fotografando i prodotti sul display e raccogliendo feedback dalla clientela;
  • Vi inviamo gli incassi sul venduto a scadenza regolare al netto di:
        - Commissione di vendita del 12%;
        - Dimostrazioni o eventi promozionali da valutare insieme.



Fase 3: Espansione vendite a livello regionale e/o nazionale

Dopo la Fase 2 avrete imparato come gestire le tempistiche e le aspettative dei clienti americani, il vostro brand sarà presente in modo consistente nei supermercati e sarà pronto ad accelerare verso una distribuzione allargata. Nella Fase 3 il prodotto ha dimostrato di avere le caratteristiche per vendere con successo negli Stati Uniti ed ambire ad una distribuzione allargata che vada al di là della città di New York.

A questo punto potete/dovete scegliere come gestire le vendite in America a seconda degli obiettivi e della capacità produttiva: allargare la distribuzione delle vostre specialità alimentari alla metro area di New York oppure alle catene regionali o anche alla distribuzione nazionale in catene come Walmart, Sam's Club e BJ's.

  • Espansione delle vendite alla metro area di New York [>100 punti vendita] per raggiungere oltre 60 milioni di consumatori tra residenti e turisti;
  • Ingresso nei punti vendita della distribuzione regionale degli Stati Uniti [varie catene regionali per un totale di oltre 300 punti vendita];
  • Ampliamento della distribuzione con le catene di distribuzione nazionali e copertura di tutto il territorio degli Stati Uniti [oltre 9000 punti vendita].


Entrare nella distribuzione alimentare in America



Storie di Successo 

La rete di distributori di specialità alimentari con cui collaboriamo ha al suo attivo diverse storie di successo nell'introduzione di prodotti nella distribuzione in America. Nel corso del tempo, la maggior parte di questi marchi è entrata anche nella grande distribuzione ed è ora in vendita in tutti gli Stati Uniti. Questo è l'elenco di alcuni marchi di produttori alimentari italiani che i nostri distributori hanno contribuito a lanciare sul mercato americano:

  • Nutella
  • Bauli
  • De Cecco
  • Delverde
  • Colavita
  • Pura Delizia
  • Mustiaio
  • Sabra
  • Casale
  • Pomì
  • Gambelli