Residenza permanente negli Stati Uniti: ottenere la Green Card per motivi di lavoro e dare così continuità alla permanenza in territorio americano per imprenditore e manager


I visti E da Investitore, L Trasferimento Intra aziendale; B1 Business e O1 per Abilità eccezionali sono tutti visti Non Immigrant. La Green Card, che non è un visto ma uno status, sancisce lo status da residente [US Resident]



Una volta costituita un'entità aziendale americana, l'investitore o il datore di lavoro spesso desidera ottenere la residenza permanente per se stesso oppure per determinati dipendenti fondamentali.
Ciò garantisce spesso la continuità, che è essenziale per il successo dell'attività nel lungo periodo


Possibilità per i dipendenti in generale: In funzione della necessità del datore di lavoro di determinate abilità e della capacità del mercato del lavoro americano di soddisfare questa richiesta, sono disponibili alcuni visti per lavoratori stranieri.

Un procedimento chiamato Labor Certification, ossia la richiesta del permesso di lavoro, permette ad un dipendente di ottenere un determinato posto di lavoro, garantito come ricopribile da un lavoratore straniero.

Nel caso in cui, poi, il lavoratore straniero soddisfi i requisiti del datore di lavoro, potrà chiedere la residenza permanente attraverso la richiesta della Green Card.

Il titolo di studio del dipendente determina i tempi di attesa applicabili prima di poter presentare tale richiesta.

Nella maggior parte dei casi, il dipendente si trova già negli Stati Uniti con lo status di non-immigrante, in attesa di potersi poi naturalizzare e ottenere la residenza permanente quando arriverà la data fissata in base allordine di priorità assegnato all'atto del ricevimento della domanda.

Come nel caso dei visti per non-immigranti, i coniugi e i figli di età inferiore ai 21 anni possono raggiungere il richiedente principale.