Le vendite di robot industriali negli Stati Uniti d’America stanno aumentando a seguito della ripresa dell’economia americana e delle vendite di automobili. L’importazione di robot rappresenta oltre il 50% delle vendite di robotica industriale negli Stati Uniti. Il settore dell'automazione industriale in America è dominato da tedeschi giapponesi e svizzeri


La tendenza del settore della robotica in America è quella di orientare nuovamente la produzione verso robot industriali di costo ridotto e di guardare a nuove applicazioni e settori industriali dove i margini di aumento per la vendita di robot sono maggiori, ad esempio nell’industria delle preparazioni alimentari e nella logistica



Il Mercato della Robotica e dell' Automazione Industriale negli Stati Uniti d’America

La robotica / automazione industriale in America è un settore fortemente competitivo dominato dai produttori di robot industriale tedeschi e giapponesi. Alcuni interessanti sviluppi del mercato potrebbero aprire le porte anche alle aziende italiane produttrici di robotica per esportare in America

Secondo le norma ISO TR/8373-2.3 un robot industriale è un manipolatore con più gradi di libertà, governato automaticamente, riprogrammabile, multiscopo, che puo’ essere fisso sul posto o mobile per utilizzo in applicazioni industriali.

Il robot industriale rappresenta poi l’unione di due tecnologie pre-esistenti: le macchine a controllo numerico (macchine dotate di logica programmabile) e i telemanipolatori meccanici (meccanismi per operare a distanza su oggetti di diversa natura). Le caratteristiche principali di un robot industriale sono: versatilità di impiego, adattabilità a situazione non note a priori, precisione di posizionamento, ripetibilità di esecuzione


Il mercato globale della robotica e dell'automazione industriale

vendite robot industriali

Nel 2013 il mercato dei robot industriali è cresciuto del 12%, arrivando ad un totale di vendita di 178132 unità. L’industria automobilistica è il maggior acquirente di robot industriali con 69400 nuovi robot acquistati nel 2013 (+4%), segue l’industria elettronica con 36200 unità (+11%). Successivamente troviamo l’industria metallurgica, gomma e plastica, food beverage e produzione alimentare in genere.


Il mercato della robotica industriale: vendite di robot nei Stati Uniti d’America

La vendita di robot industriali in America, come d’altronde ovunque nel mondo, è legata ai livelli di attività industriale. La crescita del PIL negli Stati Uniti è stata altalenante tra il 2012 e il 2014 passando dal 2.8% al 1.6% arrivando poi al 2.4% ed è questo un segno di ripresa dell’economia americana che infatti, come vedremo, si riflette su una crescita della vendita di robot in America.

vendite robot industriali Stati UnitiCrescita del mercato automobilistico negli Stati Uniti: il settore automobilistico, anche in America, è il principale cliente di robot industriali. Dopo il brusco calo dovuto alla crisi economica del 2009, che ha ridotto le vendite di robot del 40%, il mercato automobilistico americano è in piena ripresa; in particolare tra il 2011 e il 2012 la crescita delle vendite è stata del 33.1%, mentre tra il 2012 e il 2013 dell’8.3%

La ripresa del mercato dell’auto in America si è riflessa sulla domanda di Robot Industriali: nel 2013 la domanda statunitense di Robot Industriali ha rappresentato il 13.22% della domanda globale. Sebbene la domanda assoluta sia cresciuta rispetto al 2012, la quota relativa al mercato mondiale è diminuita rispetto al 14,06% del 2012 a causa dei massicci acquisti della Cina. Secondo i dati RIA, nel 2014 le vendite di robot industriali negli Stati Uniti hanno raggiunto le 27685 unità, per un valore di $1.6 miliardi.

Da notare che tra le principali nazioni industriali, gli Stati Uniti sono stati quelli che più di altri hanno aumentato le vendite e le importazioni di robot industriali. Il fenomeno alla base degli acquisti di robotica dell’America è dovuto alla già citata ripresa dell’economia che è ormai saldamente fuori dalla recessione, ma anche al cosiddetto “re-shoring” ovvero al ritorno negli Stati Uniti di produzioni che prima erano state spostate in Cina o in altri paesi a basso costo.


Applicazione di automazione industriale negli Stati Uniti

applicazioni automazione industriale Stati Uniti

In America, secondo i dati RIA, il peso di Automotive Components e Automotive OEM nella domanda di Robot Industriali si è progressivamente ridotta nel tempo; in particolare, nel 2014 la quota è diminuita del 56% rispetto al 2005. Al contrario, altri settori dell’industria in America hanno aumentato i loro acquisti di robot, tra questi spiccano l’industria della preparazione alimentare, l’industria della lavorazione dei metalli, e le industrie farmaceutiche e biochimiche. La cosiddetta “robot density” del settore automobilistico negli Stati Uniti rimane pur sempre 10 volte maggiore rispetto a quella degli altri settori industriali americani (1091 contro 76).

I principali tipi di attività svolti dai robot industriali nel processo produttivo in America: nel 2013 l’applicazione più diffusa per i robot industriali è stata la movimentazione e lo spostamento di materiali (49%), seguita dai diversi tipi di saldatura, rispettivamente a punti (21%) e ad arco (14%). Al quarto posto troviamo l’attività di assemblaggio e quella delle lavorazioni meccaniche. Interessante notare l’aumento dell’uso dei robot in America per operazioni di logistica e magazzinaggio.


Composizione dell'offerta di robot industriali negli Stati Uniti: importazioni e produzione diretta in America

Negli Stati Uniti la maggior parte della domanda di Robot Industriali è soddisfatta da produttori stranieri che producono direttamente negli Stati Uniti con propri impianti o che fanno ricorso alle importazioni.

Produzione straniera di robot negli USA: la maggioranza degli impianti di produzione di robot industriali negli Stati Uniti è detenuta da imprese Europee e Giapponesi che hanno investito negli Stati Uniti per assicurarsi la vicinanza geografica ai clienti nel settore automotive. Giappone: Fanuc, Kawasaki, Yaskawa-Motoman. Germania: Kuka. Svizzera: ABB, Staübli.

importazione - esportazione robot industriali  Stati Uniti

Importazione di Robot Industriali negli USA: la maggior parte dei robot industriali prodotti in America viene venduta in America. Le importazioni di robot negli Stati Uniti hanno raggiunto il valore di $750.6 milioni nel 2013, ovvero più del 50% del valore totale del mercato della robotica americano. Le importazione di robot negli Stati Uniti arrivano per la maggior parte da Europa e Giappone. Il valore totale delle esportazioni di robot, invece, ha raggiunto il valore di $494.1 milioni nel 2013. Mentre circa il 50% delle esportazioni di robotica dall’America verso il resto del mondo è costituita da parti, per le importazioni il dato arriva solo al 26%


Tendenze del mercato della robotica industriale negli Stati Uniti d’America: applicazioni per nuovi settori / industrie e progettazione di robot industriali low cost

utilizzi dei robot industriali in America

Secondo gli analisti di Technavio, società specializzata in ricerca e consulenza tecnologica, il mercato di robot industriali negli Stati Uniti d’America crescerà ad un tasso del 12.26% nel quadriennio 2015-2019

Una nuova tendenza nel settore della robotica è dato dal crescente l'interesse verso i robot industriali destinati alle piccole e medie imprese. Si tratta di robot industriali dal costo ridotto, di soluzioni di robotica low cost rispetto alla produzione classica di robot dei principali produttori. Un esempio è rappresentato dal robot Baxter sviluppato da Rethink Robots, che, al costo di $22000, costa circa la metà di un normale robot di produzione ABB ad esempio.


La strategia vincente per le aziende italiane produttori che vogliono vendere robot industriali negli Stati Uniti d’America

è quella di sviluppare robot per servire i settori dell’industria americana di nuova applicazione alla robotica quali l’industria delle preparazioni alimentari, l’industria delle lavorazioni dei metalli e quella farmaceutica.

Una seconda strategia è quella di dedicare risorse per lo sviluppo di robot a basso costo per servire la piccola e media impresa degli Stati Uniti che si stanno aprendo ora alle applicazioni di robotica industriale.